Montevillano

Troviamo per la prima volta il nome di “Villano” nel 1219. Si parla di un certo Villano che ha la sua <curtis> con un castello. Forse detto Signore, è derivato e si è tramandato, il nome di <Montevillano>, il monte cioè posseduto da Villano. Dal libro del Bensi che riprende una notizia sulla storia di Perugina si sa che Montevillano, per molti anni, dal 1319 al 1370 è rimasto sotto Perugina.


Nel 1828 il Conte Giovanni Fiume possiede in questo luogo una chiesetta intitolata a San Francesco, oltre una vasta proprietà di circa 1000 ettari di terreno che da Montevillano si estendevano a Pieve san Nicolò e a Sterpeto.


In seguito, la chiesetta, viene intitolata a S.Antonio da Padova dove ogni anno si festeggia il Santo protettore.


La posizione in cui si trova fa godere l’ampiezza del panorama fino a quota 583 s.lm. da qui si vede Perugia e i vari centri abitati di Valfabbrica e tutto il suo territorio, i Poggi e Giomici, Montecorno e Cucco, Monte Ingino con S.Ubaldo e parte del Subasio.